NonSoloTecnicaFotografica

Le basi di uno scatto consapevole

  • HomePagina iniziale
  • AutoreMi presento

    Autore

    Sono Alessandro Pinna, 43 anni: sposato con Stefania e con un figlio, Samuele.
    Da molti anni mi interesso di fotografia, per piacere e divertimento.
    Nel tempo sono rimasto affascinato dalla visione di bellissime foto di vari autori e, curioso della loro realizzazione, ho approfondito vari aspetti del mondo fotografico: dal linguaggio alla composizione, dalla tecnica alla strumentazione.
    Su questo sito cercherò di fissare alcuni concetti base, nella maniera più semplice e chiara possibile: l'obiettivo è fornire i primi rudimenti ad un "giovane" fotografo che vuole iniziare a scattare con maggiore consapevolezza.

    Buona lettura.

  • FinalitàScopo del sito

    Finalità

    "Devi essere un perfetto tecnico per esprimere te stesso come vuoi.
    Allora puoi scordarti della tecnica
    ". Questa citazione riassume la finalità di questo sito: spiegare con estrema semplicità la parte tecnica e compositiva che è alla base di un’immagine fotografica, riuscire a farla propria ed utilizzare con consapevolezza la fotografia come un personale strumento espressivo.
    Questi concetti potranno essere utilizzati da chi si avvicina per la prima volta con passione al mondo della fotografia, da chi vuole essere consapevole delle proprie scelte e non limitarsi a premere il pulsante di scatto.
    Il tutto vuole essere un punto di partenza per un proprio percorso di approfondimento e conoscenza.

    Continua a leggere

  • ArgomentiParliamo di
    • Riflessioni fotografiche

      Riflessioni fotografiche

      Riflessioni e pensieri sul mondo della fotografia: appunti ed idee sparse.

      Vai agli articoli

    • Attrezzatura fotografica

      Attrezzatura fotografica

      Per essere un fotografo consapevole iniziamo a conoscere e a familiarizzare con la propria attrezzatura: per migliorare le proprie capacità fotografiche bisogna sapere perché e quando impiegare gli strumenti e le varie funzionalità, per disporne al momento giusto.

      Vai agli articoli

    • Esposizione fotografica

      Esposizione Fotografica

      L'esposizione di una fotografia è la miscela di tre soli ingredienti: Diaframma, Tempi ed ISO: e sapere quello che si vuole ottenere da una immagine. Cercheremo di aumentare la propria consapevolezza al momento dello scatto, parlando di esposizione consapevole.

      Vai agli articoli

    • Composizione fotografica

      Composizione fotografica

      Gli elementi presenti nell’inquadratura e le loro relazioni veicolano il messaggio che vogliamo raccontare attraverso una fotografia. Cercheremo di comprendere la composizione fotografica: osservare ed inquadrare, conoscendo le regole e gli elementi compositivi.

      Vai agli articoli

    • Elaborazione digitale

      Elaborazione digitale

      Sezione dedicata alla elaborazione digitale: cosa si intende per elaborazione? Dopo lo scatto sviluppiamo, elaboriamo le nostre foto nella camera chiara, seguendo un corretto flusso di lavoro

      Vai agli articoli

    • Lightroom

      Lightroom

      Lightroom è un programma che permette l’ archiviazione, la catalogazione, l’elaborazione, la stampa, la creazione di gallerie web, le presentazioni delle fotografie. E concentra l’attenzione del fotografo sullo scopo principale: la fotografia.

      Vai agli articoli

    • Il Flash

      Il Flash

      Il flash è una semplice e potente fonte di luce ausiliaria che permette di avere sempre a disposizione una elevata potenza di illuminazione: può essere quindi molto utile: conosciamolo bene, per usarlo al meglio e per sfruttarne a pieno le sue potenzialità.

      Vai agli articoli

    • Stampare le foto

      Stampare le fotografie

      Non lasciamo i nostri scatti a "prendere polvere" negli hard disk, ma ricordiamoci di stampare come un tempo le nostre fotografie: I nostri ricordi, le emozioni del viaggio, la nostra voglia di raccontare si materializzavano nelle foto da toccare, guardare, odorare, stringere al cuore.
      Una serie di articoli affrontano il tema della stampa, da ottenere anche e soprattutto "a casa" e con il migliore risultato.

      Vai agli articoli

  • BibliografiaUtili letture
  • Galleria FotoAlcuni scatti
  • CercaParole chiave

Flusso di lavoro digitale - nitidezza e rumore

NITIDEZZA
La nitidezza in una foto permette di fornire un adeguato grado di dettaglio in chi guarda, attraverso una buona definizione dei contorni del soggetto ripreso. Questa dipende sicuramente dai tempi di otturazione (che in generale dovrebbero essere compatibili con lo scattare una foto perfettamente a fuoco). Un altro fattore determinante nel raggiungimento della massima nitidezza è rappresentato dalla qualità dell’obiettivo utilizzato: da qui passa la luce ed un transito scadente porta inevitabilmente ad un decadimento della nitidezza.
Con la fotografia digitale c’è un problema in più che deve essere considerato.
 
Vi sarà capitato di notare che aprendo un file RAW la fotografia appaia spesso “morbida”, con poca nitidezza, ossia con poca percezione dei dettagli. Questo dipende dall'effetto Moirè: quando i dettagli ripresi sono più piccoli della dimensione dei pixel si generano nell’immagini evidenti artefatti (aliases). Per evitare questo fenomeno davanti ai sensori ci sono appropriati filtri anti-alias (detti anche passa-basso) che però, come effetto “collaterale” restituiscono immagini con poco livello di dettaglio. Oppure: nelle aree di forte contrasto talvolta si evidenziano delle scalettature cui le case produttrici di fotocamere pongono rimedio applicando davanti al sensore un filtro anti-aliasing che ha il compito di “ammorbidire” detti spigoli e fornire un aspetto lineare dei contorni dell’immagine. Ciò comporta evidentemente una limitazione della nitidezza, cui si può rimediare efficacemente nell’ambito della successiva elaborazione dello scatto grazie a strumenti dedicati.

Ed ecco il pannello di controllo della Nitidezza in Lightroom, dove si possono impostare:
- fattore: quantità di nitidezza
- raggio: distanza di applicazione della nitidezza rispetto ai contorni
- dettagli: quantità di aree di margine su cui ha effetto la nitidezza
- mascheratura: regolazione della quantità di nitidezza applicata alle aree non di margine (con 0 la nitidezza verrà applicata in modo uniforme a qualsiasi elemento con un margine, trascinando verso destra il cursore le aree non di margine non ricevono tale aumento)

               nitidezza1     nitidezza2

                nitidezza3     nitidezza4

Per concludere, tutte le immagini digitali in RAW hanno bisogno spesso di un aumento di nitidezza (con i JPEG può essere applicata direttamente dalla fotocamera).

RIDUZIONE DEI DISTURBI - RUMORE DIGITALE
Il rumore digitale è un effetto indesiderato del processo di acquisizione dell’immagine ed è composto da due elementi:

- disturbo di luminanza (scala di grigio), che rende l’immagine granulosa
- disturbo cromatico (colore), che produce nell’immagine degli artefatti a colori. 

Lightroom, nel pannello Dettagli, permette di ridurre i disturbi legati al rumore digitale attraverso la regolazione di:

Luminanza: riduce il disturbo della luminanza. Questa regolazione individua i pixel con valori di luminosità che differiscono da quelli adiacenti, correggendo queste differenze. Per questo motivo un valore eccessivo del cursore Luminanza può portare a una perdita di dettagli fini nell’immagine.
Dettagli: consente di controllare la soglia del disturbo luminanza. È utile per le foto che presentano un disturbo notevole. Valori più alti preservano più dettagli ma possono produrre risultati più disturbati. Valori più bassi producono risultati più puliti ma possono anche rimuovere alcuni dettagli.
Contrasto: consente di controllare il contrasto della luminanza. È utile per le foto che presentano un disturbo notevole. Valori più alti preservano il contrasto ma possono produrre macchie che presentano disturbi. Valori più bassi producono risultati più uniformi ma possono anche avere meno contrasto.
Colore: riduce il disturbo del colore. Il valore predefinito è 25.
Dettagli: consente di controllare la soglia del disturbo colore. Valori più alti proteggono il colore nei bordi sottili e dettagliati ma possono creare chiazze di colore. Valori più bassi rimuovono le chiazze di colore ma possono creare una fuoriuscita del colore.

               riduzione rumore1     riduzione rumore2

  

Home Elaborazione digitale Flusso di lavoro digitale - nitidezza e rumore