NonSoloTecnicaFotografica

Le basi di uno scatto consapevole

  • HomePagina iniziale
  • AutoreMi presento

    Autore

    Sono Alessandro Pinna, 43 anni: sposato con Stefania e con un figlio, Samuele.
    Da molti anni mi interesso di fotografia, per piacere e divertimento.
    Nel tempo sono rimasto affascinato dalla visione di bellissime foto di vari autori e, curioso della loro realizzazione, ho approfondito vari aspetti del mondo fotografico: dal linguaggio alla composizione, dalla tecnica alla strumentazione.
    Su questo sito cercherò di fissare alcuni concetti base, nella maniera più semplice e chiara possibile: l'obiettivo è fornire i primi rudimenti ad un "giovane" fotografo che vuole iniziare a scattare con maggiore consapevolezza.

    Buona lettura.

  • FinalitàScopo del sito

    Finalità

    "Devi essere un perfetto tecnico per esprimere te stesso come vuoi.
    Allora puoi scordarti della tecnica
    ". Questa citazione riassume la finalità di questo sito: spiegare con estrema semplicità la parte tecnica e compositiva che è alla base di un’immagine fotografica, riuscire a farla propria ed utilizzare con consapevolezza la fotografia come un personale strumento espressivo.
    Questi concetti potranno essere utilizzati da chi si avvicina per la prima volta con passione al mondo della fotografia, da chi vuole essere consapevole delle proprie scelte e non limitarsi a premere il pulsante di scatto.
    Il tutto vuole essere un punto di partenza per un proprio percorso di approfondimento e conoscenza.

    Continua a leggere

  • ArgomentiParliamo di
    • Riflessioni fotografiche

      Riflessioni fotografiche

      Riflessioni e pensieri sul mondo della fotografia: appunti ed idee sparse.

      Vai agli articoli

    • Attrezzatura fotografica

      Attrezzatura fotografica

      Per essere un fotografo consapevole iniziamo a conoscere e a familiarizzare con la propria attrezzatura: per migliorare le proprie capacità fotografiche bisogna sapere perché e quando impiegare gli strumenti e le varie funzionalità, per disporne al momento giusto.

      Vai agli articoli

    • Esposizione fotografica

      Esposizione Fotografica

      L'esposizione di una fotografia è la miscela di tre soli ingredienti: Diaframma, Tempi ed ISO: e sapere quello che si vuole ottenere da una immagine. Cercheremo di aumentare la propria consapevolezza al momento dello scatto, parlando di esposizione consapevole.

      Vai agli articoli

    • Composizione fotografica

      Composizione fotografica

      Gli elementi presenti nell’inquadratura e le loro relazioni veicolano il messaggio che vogliamo raccontare attraverso una fotografia. Cercheremo di comprendere la composizione fotografica: osservare ed inquadrare, conoscendo le regole e gli elementi compositivi.

      Vai agli articoli

    • Elaborazione digitale

      Elaborazione digitale

      Sezione dedicata alla elaborazione digitale: cosa si intende per elaborazione? Dopo lo scatto sviluppiamo, elaboriamo le nostre foto nella camera chiara, seguendo un corretto flusso di lavoro

      Vai agli articoli

    • Lightroom

      Lightroom

      Lightroom è un programma che permette l’ archiviazione, la catalogazione, l’elaborazione, la stampa, la creazione di gallerie web, le presentazioni delle fotografie. E concentra l’attenzione del fotografo sullo scopo principale: la fotografia.

      Vai agli articoli

    • Il Flash

      Il Flash

      Il flash è una semplice e potente fonte di luce ausiliaria che permette di avere sempre a disposizione una elevata potenza di illuminazione: può essere quindi molto utile: conosciamolo bene, per usarlo al meglio e per sfruttarne a pieno le sue potenzialità.

      Vai agli articoli

    • Stampare le foto

      Stampare le fotografie

      Non lasciamo i nostri scatti a "prendere polvere" negli hard disk, ma ricordiamoci di stampare come un tempo le nostre fotografie: I nostri ricordi, le emozioni del viaggio, la nostra voglia di raccontare si materializzavano nelle foto da toccare, guardare, odorare, stringere al cuore.
      Una serie di articoli affrontano il tema della stampa, da ottenere anche e soprattutto "a casa" e con il migliore risultato.

      Vai agli articoli

  • BibliografiaUtili letture
  • Galleria FotoAlcuni scatti
  • CercaParole chiave

Esposizione consapevole

verdeL'esposizione è il processo in cui la luce, riflessa da un soggetto, attraversa l’obiettivo fino a colpire per un determinato tempo il sensore, dove si forma l'immagine. Scattare una foto equivale a realizzare una esposizione.
L’esposizione non è però una questione di ghiere da girare o di bottoni da schiacciare, quanto di capacità di gestire la luce e sapere quello che si vuole ottenere dall’immagine. Ed è questo che intendiamo con esposizione consapevole.
Nell’articolo Esposizione: il triangolo fotografico spieghiamo come un’esposizione sia la miscela di 3 soli ingredienti: l’Apertura (o diaframma) dell’obiettivo, il Tempo (di esposizione o di otturazione) e l’ISO.
Riuscire a realizzare una foto (una esposizione) corretta è abbastanza semplice: ma noi vogliamo scattare l'esposizione giusta per noi, ossia quella che ci permette di esprimere, raccontare e fissare al meglio l’idea che abbiamo in mente
 
Per realizzare una esposizione si può quindi intervenire sulla sensibilità, sul diaframma, sul tempo di otturazione: anche se per un’esposizione creativa incidono maggiormente i valori di diaframma e dei tempi: 
- la regolazione del diaframma con consapevolezza permette di scegliere come raccontare il contenuto nell'immagine (vai all'articolo qui)
- le regolazione dei tempi di otturazione con consapevolezza permette di scegliere come raccontare il movimento nell'immagine (vai all'articolo qui)
 
Prima di tutto è necessario approfondire un concetto essenziale in fotografia, ossia la Profondità di campo.
 
Ecco il dettaglio di tutti gli articoli sul tema.
    • Esposizione: il triangolo fotografico

      Scattare una foto equivale a realizzare una esposizione. L'esposizione è il processo in cui la luce, riflessa da un soggetto,& ttraversa l’obiettivo fino a colpire&nb  un determinato tempo&nb sensore, dove si forma l'immagine.&nb sposizione è la miscela di tre ingredienti, che formano il&nbs ngolo fotografico: - l’apertura (o diaframma) dell’obiettivo - il tempo di esposizione (o di otturazione) - l’ISO (o valore della sensibilità del sensore)…

    • Apertura e Diaframma

      Il diaframma è un dispositivo interno all'obiettivo che regola la quantità di luce che entra nella fotocamera e raggiunge il sensore. E' costituito da un insieme di lamelle che vanno a formare un piccolo foro di ampiezza variabile.Il diaframma può essere impostato su valori del tipo 4, 5.6, 8, 11, 16: ad ogni valore corrisponde una specifica apertura dell’obiettivo ed il passaggio di una corrispondente quantità di luce. Queste aperture sono definitive come f/stop: parlando di diaframma 4, ad ese…

    • Tempo di esposizione

      Il tempo di esposizione (o tempo di otturazione) indica per quanto tempo passa la luce attraverso l'obiettivo, o meglio attraverso una fissata apertura del diaframma.Il tempo del flusso di luce è regolato dall'otturatore, spesso costituito da due tendine che viaggiano verticalemente attraverso il sensore.& uando si preme il pulsante di scatto avviene il rilascio dell'otturatore: la prima tendina inizia a spostarsi attraverso la superficie dell'inquadratura, permettendo l'esposizione del sensore.…

    • Sensibilità ISO

      Il valore ISO indica la sensibilità alla luce che può assumere il sensore della fotocamera digitale.Il termine sta per Internationals Standards Organization e risale ai tempi della pellicola. La scala che si utilizza nelle fotocamere digitali si basa sullo stesso parametro di sensiblità, con una differenza non da poco.&nb i pellicola era caratterizzata da un unico valore di ISO:&nb  cambiare la sensiblità bisognava&nbs iare fisicamente il rullino del film. Nella fotografia digitale è sufficiente…

    • Profondità di campo

      La profondità di campo nitido o semplicemente profondità di campo (abbreviato in PdC o DoF dall'inglese Depth of Field) è la distanza davanti e dietro al soggetto principale che appare nitida (a fuoco).Quando si mette a fuoco un'immagine, solo un piano sarà realmente a fuoco (l’obiettivo non può mettere a fuoco contemporaneamente oggetti a distanze diverse), mentre qualsiasi cosa che sia davanti o dietro questo piano sarà gradualmente fuori fuoco: tuttavia entro certi limiti l'occhio ne accetta…

    • Misurare l'esposizione

      Nell'articolo Esposizione: il triangolo fotografico abbiamo letto che per una corretta esposizione dobbiamo mettere d’accordo il tempo di otturazione e l'apertura del diaframma. Quando inquadriamo una scena, la luce riflessa dal soggetto attraversa il diaframma nell'obiettivo e colpisce il sensore per un periodo di tempo dato dal tempo di esposizione,&n  funzione degli ISO impostati in base alla luce presente.&n  si imposta uno di questi valori, gli altri sono ad esso strettamente legati: per ca…

    • Esposizione consapevole

      L'esposizione è il processo in cui la luce, riflessa da un soggetto, attraversa l’obiettivo fino a colpire per un determinato tempo il sensore, dove si forma l'immagine. Scattare una foto equivale a realizzare una esposizione.L’esposizione non è però una questione di ghiere da girare o di bottoni da schiacciare, quanto di capacità di gestire la luce e sapere quello che si vuole ottenere dall’immagine. Ed è questo che intendiamo con esposizione consapevole. Nell’articolo Esposizione: il triango…

    • Diaframma Consapevole

      Quando ci troviamo di fronte ad una scena, ad una una situazione, ad un soggetto e vogliamo raccontarli scattando una fotografia, possiamo decidere:- di descrivere uno specifico tema, attraverso una composizione isolata- di sviluppare una composizione estesa comprendendo più elementiSpieghiamoci meglio.…

    • Tempo Consapevole

      Le nostre fotografie riprendono situazioni o scene che posso essere statiche o dinamiche, ossia sottendono sempre l'idea del movimento: da fissare o da evidenziare. I tempi di otturazione determinano l'effetto del movimento in una fotografia. BLOCCARE IL MOVIMENTOUn veloce tempo di otturazione permette di bloccare una azione che, una volta congelata in una fotografia, potremo apprezzare nei dettagli.Un tempo di otturazione veloce si definisce pari a 1/500 sec o 1/1000 sec, anche se dobbiamo cons…

    • L'Esposimetro non è perfetto

      Negli articoli Esposimetro e Misurare l'esposizione abbiamo letto che per esporre correttamente una fotografia ci viene in aiuto l’esposimetro: uno strumento in grado di misurare la luce, che fornisce un corretto valore di esposizione dato dalla coppia tempo / diaframma (fissato un valore dell’ISO).L’esposimetro è un misuratore di intensità luminosa e non è in grado di effettuare alcun tipo di valutazione: funziona egregiamente nella maggior parte delle situazioni, ma in certi casi porta a risu…

    • Errori Esposimetro: dove misurare

      Nell'articolo L'Esposimetro non è perfetto abbiamo cercato di conoscere i limiti di funzionamento dell'esposimetro: vediamo come superarli.&  Gli esposimetri si distinguono per la misurazione della luce riflessa o della luce incidente (maggiori dettagli nell'articolo Esposimetro). Gli esposimetri esterni a luce incidente sono quelli più precisi: si misura la luce che cade sulla scena e la misura non è influenzata dal colore delle varie superfici che riflettono la luce; se la scena è illuminata d…

    • Istogramma

      Una possibilità che la tecnologia digitale ha in più rispetto al passato è l’immediato riscontro della fotografia appena scattata sullo schermo LCD sul dorso della fotocamera. E' sicuramente piacevole e utile vedere l’immagine immediatamente, valutando prima di tutto ciò che abbiamo inquadrato: ma sopratutto può essere davvero utile per valutare l’esposizione.E' importante però non giudicare la correttezza o meno dell’esposizione dalla immagine scattata, osservandola sul piccolo schermo LCD: spe…

    • Esempi di istogramma

      Nell'articolo Istogramma abbiamo introdotto come questo grafico sia un fondamentale strumento per valutare correttamente l'esposizione. Vediamo ora alcuni esempi per utilizzarlo al meglio. Un’immagine ben bilanciata deve avere un istogramma che si estende dall’estremità sinistra e quella destra, ossia dovrebbe avere la classica forma "a campana" relativa alla distribuzione dei valori di luminosità: e ciò indica che la gamma dinamica del soggetto ripreso copre del tutto i livelli di luce a cui è…