NonSoloTecnicaFotografica

Le basi di uno scatto consapevole

  • HomePagina iniziale
  • AutoreMi presento

    Autore

    Sono Alessandro Pinna, 43 anni: sposato con Stefania e con un figlio, Samuele.
    Da molti anni mi interesso di fotografia, per piacere e divertimento.
    Nel tempo sono rimasto affascinato dalla visione di bellissime foto di vari autori e, curioso della loro realizzazione, ho approfondito vari aspetti del mondo fotografico: dal linguaggio alla composizione, dalla tecnica alla strumentazione.
    Su questo sito cercherò di fissare alcuni concetti base, nella maniera più semplice e chiara possibile: l'obiettivo è fornire i primi rudimenti ad un "giovane" fotografo che vuole iniziare a scattare con maggiore consapevolezza.

    Buona lettura.

  • FinalitàScopo del sito

    Finalità

    "Devi essere un perfetto tecnico per esprimere te stesso come vuoi.
    Allora puoi scordarti della tecnica
    ". Questa citazione riassume la finalità di questo sito: spiegare con estrema semplicità la parte tecnica e compositiva che è alla base di un’immagine fotografica, riuscire a farla propria ed utilizzare con consapevolezza la fotografia come un personale strumento espressivo.
    Questi concetti potranno essere utilizzati da chi si avvicina per la prima volta con passione al mondo della fotografia, da chi vuole essere consapevole delle proprie scelte e non limitarsi a premere il pulsante di scatto.
    Il tutto vuole essere un punto di partenza per un proprio percorso di approfondimento e conoscenza.

    Continua a leggere

  • ArgomentiParliamo di
    • Riflessioni fotografiche

      Riflessioni fotografiche

      Riflessioni e pensieri sul mondo della fotografia: appunti ed idee sparse.

      Vai agli articoli

    • Attrezzatura fotografica

      Attrezzatura fotografica

      Per essere un fotografo consapevole iniziamo a conoscere e a familiarizzare con la propria attrezzatura: per migliorare le proprie capacità fotografiche bisogna sapere perché e quando impiegare gli strumenti e le varie funzionalità, per disporne al momento giusto.

      Vai agli articoli

    • Esposizione fotografica

      Esposizione Fotografica

      L'esposizione di una fotografia è la miscela di tre soli ingredienti: Diaframma, Tempi ed ISO: e sapere quello che si vuole ottenere da una immagine. Cercheremo di aumentare la propria consapevolezza al momento dello scatto, parlando di esposizione consapevole.

      Vai agli articoli

    • Composizione fotografica

      Composizione fotografica

      Gli elementi presenti nell’inquadratura e le loro relazioni veicolano il messaggio che vogliamo raccontare attraverso una fotografia. Cercheremo di comprendere la composizione fotografica: osservare ed inquadrare, conoscendo le regole e gli elementi compositivi.

      Vai agli articoli

    • Elaborazione digitale

      Elaborazione digitale

      Sezione dedicata alla elaborazione digitale: cosa si intende per elaborazione? Dopo lo scatto sviluppiamo, elaboriamo le nostre foto nella camera chiara, seguendo un corretto flusso di lavoro

      Vai agli articoli

    • Lightroom

      Lightroom

      Lightroom è un programma che permette l’ archiviazione, la catalogazione, l’elaborazione, la stampa, la creazione di gallerie web, le presentazioni delle fotografie. E concentra l’attenzione del fotografo sullo scopo principale: la fotografia.

      Vai agli articoli

    • Il Flash

      Il Flash

      Il flash è una semplice e potente fonte di luce ausiliaria che permette di avere sempre a disposizione una elevata potenza di illuminazione: può essere quindi molto utile: conosciamolo bene, per usarlo al meglio e per sfruttarne a pieno le sue potenzialità.

      Vai agli articoli

    • Stampare le foto

      Stampare le fotografie

      Non lasciamo i nostri scatti a "prendere polvere" negli hard disk, ma ricordiamoci di stampare come un tempo le nostre fotografie: I nostri ricordi, le emozioni del viaggio, la nostra voglia di raccontare si materializzavano nelle foto da toccare, guardare, odorare, stringere al cuore.
      Una serie di articoli affrontano il tema della stampa, da ottenere anche e soprattutto "a casa" e con il migliore risultato.

      Vai agli articoli

  • BibliografiaUtili letture
  • Galleria FotoAlcuni scatti
  • CercaParole chiave

Flash TTL e Manuale

I metodi di base per ottenete una corretta esposizione con il flash sono due, automatico e manuale: vediamoli nel dettaglio.

AUTOMATICO - TTL
Sappiamo che l'esposizione consiste nel regolare nel modo più opportuno l'apertura de diaframma ed il tempo di esposizione: utilizzando il flash si introduce un'altra variabile, da tenere in conto nella misurazioni. 
Il principio di base del modo automatico è quello di rendere indipendente la coppia espositiva dall'esposizione del flash: un sistema esposimetrico elettronico a determinarà l'esatta quantità di luce flash, ovvero la durata dell'emissione del lampo per esporre correttamente.
Il flash Automatico emette un lampo di luce (in base al diaframma ed agli ISO), una cellula incorporata nel flash determinerà la durata del lampo in funzione della distanza (quando la quantità di luce è stata correttamente emessa il sensore termina il lampo): la durata sarà breve se il soggetto è vicino (o con un diaframma più aperto), o lunga se il soggetto è lontano (o con un diaframma più chiuso). In pratica un sensore presente nel flash calcola quanta luce è necessaria per usare il diaframma impostato dal fotografo per fotografare alla distanza corretta (quella definita dal numero guida).

flash-ttlIl sistema TTL è una evoluzione del flash automatico: è governato dal sistema esposimetrico della fotocamera TTL (dall'inglese Through The Lens=attraverso la lente), un automatismo che misura la luce che passa attraverso l'obiettivo ( il flash emetterà l'esatta quantità di luce per ogni specifica fotografia).
La misura dell'esposizione è molto precisa, perché la quantità di luce viene misurata sul piano del sensore (la misurazione dell’esposizione la si fa tramite l’obiettivo e non a parecchi centimetri da esso,sulla testa di un flash esterno per esempio): quindi viene calcolata esattamente per la scena effettivamente inquadrata dall'obiettivo.

 

Il flash in automatico aiuta anche a non commettere errori, come quelli di scattare con un tempo di esposizione più breve di quello di sincronizzazione con il lampo. Di solito, questi flash, automaticamente impostano sull'apparecchio il tempo di sincronizzazione. Inoltre, tengono automaticamente conto della sensibilità impostata sull'apparecchio, eliminando così tutte le regolazioni necessarie da fare impostando il flash in manuale.
In più: quando l'lluminazione della scena è basso il sensore non riesce a riflettere una sufficiente qualità di luce: per risolvere il problema, la macchina fotografica esegue la misurazione dell’esposizione utilizzando la luce del pre-flash (uno o più lampi di intensità inferiore a quella del lampo principale).

Le fotocamere consentono un pieno controllo delle regolazioni in modo di ottenere l'esposizione più adatta alla situazione. Potete scegliere l'apertura di diaframma o il tempo di esposizione che vi forniranno la profondità di campo desiderata per la luce ambiente. Siete liberi di muovervi a piacimento, fotografando ora da più vicino, ora da più lontano, senza preoccuparvi della regolazione del diaframma. Questa libertà consente di catturare l'azione immediatamente garantendovi un'ottima esposizione sia in interni, dove il flash può rappresentare la fonte di luce principale, sia in esterni quando può essere usato come luce di schiarita.

MANUALE
In alcuni casi può essere utile abbandonare la procedura automatica ed addentrarci nelle regolazioni dell'uso Manuale, impostando diaframma, tempi, ISO e potenza del flash.
L'uso in manuale del flash è di grande utilità, soprattutto in un ambiente chiuso con il flash posizionato ad una distanza fissa a dal soggetto; di contro rallenta molto il lavoro quando il flash è montato sulla fotocamera e si muove con il fotografo (richiedendo un continuo aggiustamento dell'apertura del diaframma). 
ll flash emette una certa quantità di luce, sempre la stessa, indipendentemente dalla distanza cui si trova il soggetto. L'intensità della luce che giunge sul soggetto dipende dalla distanza, quindi l'apertura del diaframma deve essere regolata in funzione della distanza flash-soggetto. Maggiore la distanza, più aperto deve essere il diaframma.

Il problema di usare da subito il flash TTL è che non ci si rende conto di quale livello di potenza sia stato utilizzato per una certa fotografia: se c'è più o meno luce emessa non sappiamo mai bene davero il perchè. Per questo l'uso Manuale è il modo migliore per imparare le basi della fotografia con il flash: si prende una decisione, si scatta, si valutano i risultati. Quando qualcosa non funziona nel modo previsto, si ripete il processo e si imparare un pò di più.

Home Flash Flash TTL e Manuale