Attrezzatura fotografica

Iniziamo a conoscere il flash partendo dalle principali tipologie e strumentazioni che si possono utilizzare.

FLASH INCORPORATO
Le fotocamere sono quasi tutte dotate un flash incorporato. Con questi apparecchi la ripresa flash può essere del tutto automatica e consiste di una sola operazione: premere il bottone. Tuttavia, questo è sufficiente per scattare istantanee per le quali ciò che desiderate è solo una buona esposizione senza la minima ricerca di effetti particolari o di un qualche bilanciamento tra luce flash e luce ambiente. E questo è certamente comodo quando scattiamo "veloci"fotografie in famiglia o con gli amici.
Il flash incorporato ha il vantaggio di essere immediatamente disponibile, ma possiede una scarsa potenza (può essere utile fino alla distanza fra i 3 ed i 4m, a seconda della sensibilità ISO e dell’apertura del diaframma adottate). Questi flash sono utili quasi esclusivamente come luce complementare (ad esempio per schiarire le ombre nei riratti).

flash incorporato

FLASH ESTERNO

Il flash può essere anche un elemento esterno e separato dalla fotocamera. Il vantaggio principale rispetto a quelli incorporati consiste nella maggior potenza, che implica una accresciuta distanza di ripresa ed ulteriori possibilità creative. Il mercato offre la possibilità di scegliere tra tantissimi flash, quasi tutti sono compatibili con un grande numero di marche e fotocamere.
I modelli di flash si dividono essenzialmente in due categorie, quelli portatili e quelli da studio.
Tra i modelli portatili il flash tipo "a cobra" è il comune flash che si monta sulla slitta della reflex: è piccolo e versatile e negli ultimi anni i modelli sono diventati più potenti e ricchi di funzioni.  

flash a cobra

 I modelli portatili professionali sono del tipo "a torcia",  costuiti da un'impugnatura verticale con in cima la testa del lampeggiatore. Possono essere utilizzati in modo separato o essere collegati all’apparecchio fotografico mediante una staffa. Dispongono normalmente di una batteria propria che permette una veloce ricarica e la possibilità di effettuare un maggior numero di lampi.
La testa più grande e il maggiore spazio per le batterie ricavato nell'impugnatura permettono di ottenere
maggiore potenza e una luce più morbida rispetto ai modelli cobra: producono così immagini di maggiore qualità (senza riflessi frontali troppo netti, senza occhi rossi, e forniscono immagini meno piatte anche di soggetti di un unico colore), ma sono decisamente ingombranti e adatti quindi solo a un uso professionale.

Alcuni flash sono dotati di una parabola orientabile  (mandare sul soggetto luce indiretta, ad esempio facendola riflettere dal soffitto). Altri hanno una parabola in grado di concentrare il fascio di luce nel caso si usino teleobiettivi (aumentando la distanza fotografabile).

flash a torcia

Un'altra serie di flash sono le torce da studio, che vengono utilizzate essenzialmente in sale posa e quindi in ambito professionale. 

flash-torcia-da-studio

 Sistemi di attacco flash esterno "a cobra"

I sistemi di attacco flash-fotocamera più diffusi sono:

slitta a caldo flashcontatto a caldo (in inglese hot shoe): il flash si collega alla slitta presente sulla parte superiore della fotocamera

 

 

 

 

 

 

 cavo comando flashcavo per flash: per utilizzare flash distanti dalla macchina fotografica, attraverso un cavo che collega la slitta al flash

 

 

 

 

 

 

 

 
flash trigger wirelesstrigger flash wireless: sempre per utilizzare flash distanti dalla macchina fotografica, senza la scomodità di un cavo, si può utilizzare un collegamento wireless tra un trasmettitore montato sul flash ed un altro trasmettitore montato sulla slitta.

 

 

 

 

 

 

 

  servocellulaservocellula: i flash con servocellula scattano quando la loro fotocellula rileva il lampo di luce di un altro flash (o il segnale di una piccola servo cellula montata sulla slitta). 

 

 

 

 

 

 

 

  FLASH ANULARE

flash anulareSi utilizza per riprendere soggetti molto vicini all’obiettivo, caso in cui il flash normale non riuscirebbe ad illuminare tutta l’area del fotogramma. E’ composto da una parabola circolare che si avvita sull’innesto filtri dell’obiettivo e da un alimentatore collegato al contatto a caldo. La luce emessa è uniforme, anche se l’assenza delle ombre provoca un appiattimento dell’immagine.

 

  

Comments powered by CComment

nstf logo 2